Milleproroghe: un mese in più per i fabbricati da sistemare; ICI e fabbricati rurali: i chiarimenti dell’AdT

.

NEL FRATTEMPO CAMERA E SENATO APPROVANO IL MILLEPROROGHE CHE CONCEDE UN MESE IN PIù PER L’ACCATASTAMENTO DEI FABBRICATI NON DICHIARATI O DA SISTEMARE

.

L’AGENZIA DEL TERRITORIO AVEVA CHIARITO LE INCERTEZZE IN MERITO AL RICONOSCIMENTO DEL CARATTERE DI RURALITA’ DEI FABBRICATI E DELLA DISCIPLINA ICI

Riunisco in questo articolo un paio di annotazioni concernenti i fabbricati rurali e i fabbricati fantasma.

La prima: in questi giorni Camera e Senato hanno approvato il decreto Milleproroghe. Tra le varie proroghe è stata confermata quella, di un mese (dal 31 marzo al 30 aprile 2011) per la presentazione delle denunce di accatastamento degli immobili non dichiarati, modificati o che hanno perso il requisito di ruralità. Dopo Il termine del 30 aprile resta confermata l’applicazione di una rendita presunta che ha effetti fiscali a partire dal 1° gennaio 2007.

Questa ennesima proroga ha un che di… tragicomico, ma tant’è.

La seconda annotazione, dando seguito al precedente articolo: riporto in calce alla presente una nota dell’Agenzia del Territorio che aveva chiarito i dubbi sorti in merito ai requisiti di ruralità dei fabbricati e alla conseguente rilevanza fiscale.

L’Agenzia aveva chiarito, in sostanza, che i caratteri di ruralità sono del tutto indipendenti dalla categoria catastale dell’immobile ed esprime considerazioni simili a quelle, fatte da me, riportate nella precedente notizia.

.

.

Allegato:

nota prot. 10834 del 26/02/2010